Visitatore : 170593

Home Page

Lo Studio
Introduzione
La Consolare Valeria
Le Necropoli
Tindari
Il Nauloco
Diana Facellina
Donna Villa
Patti Città
Conclusioni
Bibbliografia

Forum
Entra nel Forum

Altre Notizie
Approfondimenti
Links

Contatti
Contatta Autore
Contatta Web Master

Benvenuti nel sito Patti-Nauloco Cerca:

Gentili visitatori, questo spazio si propone di offrire mezzi e materiali per approfondimenti su temi culturali e nello stesso tempo per dibattere su nuove scoperte storiche e archeologiche al fine di dare risposte ai molteplici quesiti che specialmente la storia antica ha ancora insoluti. Nauloco e Diana Facellina (un'ipotesi sul territorio di Patti fra mitologia, storia e archeologia) raccoglie risultati di uno studio finalizzato a fare chiarezza, fra l'altro, sulla localizzazione del Nauloco nel quale nel 36 a.C. Ottaviano sconfisse Pompeo diventando imperatore di Roma e sul "Templum Facellinae Dianae" del quale si sono perse completamente le tracce. In tanti si sono cimentati sull'argomento nell'intento sopratutto di individuare i due siti; ma gli studi si sono limitati ad elencare una serie di supposizioni storiche meramente empiriche basate essenzialmente su riporti di studi precedenti senza alcun riscontro archeologico. Nel testo in questione invece, la ricostruzione storica è supportata da una serie di ritrovamenti archeologici le cui parti essenziali sono scavate nella roccia e quindi inamovibili.

Antonino Lo Iacono è nato a Patti (Me) nel 1949. Sposato con tre figli, risiede da sempre nella sua città natale. E' dipendente del Comune quale tecnico nella carriera direttiva. Amante della sua terra, prima da giovane studioso autodidatta, in seguito come presidente di più associazioni, ha sempre mirato alla promozione dello sviluppo culturale e turistico di Patti e del suo hinterland. "Quello che sembrava un variegato e scomposto scenario storico-archeologico, ha assunto una conformazione così armoniosa e apparentemente logica, da far fondere la storia con la mitologia e l'archeologia con l'ovvietà dei suoi stessi ritrovamenti in quei siti". In questa frase la sostanza delle ricerche e degli studi trattati in questo libro. Il Nauloco e il Templum Facellinae Dianae diventano il centro vitale e propulsore della valle del Timeto incuneata tra capo Tindari e capo Calavà, mitici riferimenti di un territorio la cui storia è completamente da riscrivere.

Sono graditi interventi e pareri. La visita al sito è completamente gratuita. Le notizie storiche possono essere utilizzate esclusivamente ai fini didattici, previa richiesta all'autore.

Cordialmente Nino Lo Iacono

©2003 Gibyx - Sito realizzato da Rosario Gibilaro